English French German Italian Japanese Portuguese Spanish

Home Rassegna Stampa

Rassegna stampa

Sant'Agostino al centro della seconda predica di Quaresima di p. Cantalamessa: è lo Spirito Santo che fa l'unità dei cristiani

21-03-2014

alt

E’ Sant’Agostino il protagonista della seconda predica di Quaresima di padre Raniero Cantalamessa, pronunciata nella Cappella Redemptoris Mater del Palazzo Apostolico alla presenza del Papa. Il predicatore della Casa Pontificia ha scelto il vescovo di Ippona per spiegare che “la Chiesa è formata da più persone riunite e amalgamate insieme dalla carità che è lo Spirito Santo”, dove proprio quest’ultimo è ciò che la anima e la unisce.

Leggi tutto...

 

Il Papa: il momento è dell'uomo, il tempo è di Dio ed è Lui che lo illumina con la speranza

26/11/2013

altL’uomo può credersi sovrano del momento, ma solo Cristo è padrone del tempo. Lo ha affermato Papa Francesco all’omelia della Messa di stamattina, celebrata in Casa Santa Marta. Il Papa ha indicato nella preghiera la virtù per discernere ogni singolo momento della vita e nella speranza in Gesù quella per guardare alla fine del tempo.

Leggi tutto...

 

La Bibbia è violenta? No, siamo noi buonisti

20 novembre 2013

altDa domani al 24 novembre torna BookCity Milano, progetto collettivo dedicato al libro e alla lettura, con 4 giornate di programmazione e un cartellone di 600 eventi su più sedi e poli tematici. Il Castello Sforzesco ne resterà il centro pulsante con incontri, reading, animazioni, un progetto che coinvolge 940 classi di 200 scuole, cicli di lettura/terapia in ospedali e carceri, una maratona di lettura nel metrò; tra le novità anche una «Via della lettura» dal Castello al Duomo e alla Rotonda di via Besana, «le vie parlanti» (per cui una compagnia di attori proporrà un percorso di riscoperta di Ariosto, Petrarca, Boccaccio, Leopardi, Carducci nelle strade che Milano ha loro dedicato), «Storie in taxi», con uno scrittore che leggerà al cliente alcune pagine del suo ultimo romanzo. Eccezionalmente dal 22 novembre al 1° dicembre nella Sala del Tesoro al Castello sarà esposto l’originale del Codice Trivulziano di Leonardo. Numerose pure le promozioni curate dalle case editrici, tra cui quella di Vita & Pensiero che presenterà il volume di Enzo Bianchi «La violenza e Dio» (di cui in questa pagina pubblichiamo alcuni estratti) in un incontro col sociologo Mauro Magatti e l’editore Aurelio Mottola al Teatro Franco Parenti, sabato 23 alle 11. Da segnalare infine la serie di dialoghi proposti dalla Fondazione Giovanni XXIII presso l’Ambrosianeum; tra gli altri: domani alle 18 «Attualità di Giuseppe Lazzati», venerdì alle 16 «Chiesa e fascismo» con Alberto Guasco, Lucia Ceci e Giorgio Vecchio, seguito alle 18 da «Dialogo su Papa Francesco».

Leggi tutto...

 

Qualcosa di unico

18 novembre 2013

Beni d’esperienza - Lessico del ben vivere sociale / 8

Sta emergendo una nuova domanda di partecipazione nel consumo, nel risparmio e nell’uso dei beni. Una differenza cruciale, ad esempio, tra l’internet di alcuni anni fa, abitato da siti web e dalle email, e il web dei social media e delle Apps, è un maggior coinvolgimento e protagonismo di noi abitanti della rete. Analogamente, la tv oggi non manda in onda soltanto programmi per "telespettatori", ma ci chiede di votare il cantante o il giocatore migliore. E la cosa interessante è che la gente partecipa, investe tempo per dire la propria opinione e per sentirsi parte attiva di una nuova forma di comunicazione: per fare un’esperienza. Molti dedichiamo tempo per scrivere o arricchire, in modo anonimo, le voci di Wikipedia, o per migliorare un software libero. È come se stessimo creando nuove "piazze", dove la gente sta tornando, diversamente e con gusto, a parlare, a perder tempo disinteressatamente. Un fenomeno di certo ambivalente, ma l’ambivalenza può essere anche l’inizio di un discorso generativo – dove non si accetta l’ambivalenza, arriva la dicotomia.

Leggi tutto...

 

IL CAMALEONTE E IL ROSPO - G. Ravasi

 

«Ognuno crede alle ragioni sue», disse il camaleonte; «io cambio sempre e tu non cambi mai. Credo che ci sbagliamo tutti e due».

g. ravasiAbbiamo tradotto dal romanesco di Trilussa alcuni versi di una sua nota poesia intitolata «Er carattere». Il camaleonte, tipico emblema del trasformismo, si rivolge a un rospo, fisso nella sua identità non particolarmente esaltante. E come accade nelle favole, la morale è di facile comprensione e si attesta su uno scontato equilibrio tra i due estremi della fluidità incessante e della rigidità assoluta.

Dicevo che questo equilibrio è "scontato"; in realtà è arduo praticarlo perché ci vuole sapienza e riflessione per intuire il tempo della fermezza e quello della duttilità, senza cadere nell'ostinazione o, al contrario, venir meno ai valori e ai principi.

Vorrei, però, porre l'accento sul tema che dà il titolo al testo del poeta romano, il carattere. Esso ci permette di ritornare sul discorso ma da un'altra angolatura.

È curioso che in italiano "carattere" sia anche lo stampo che si usava in tipografia: è qualcosa che incide in modo permanente.

È così che si parla di "uomo di carattere": è colui che sa procedere nella vita con volontà, energia, coraggio, determinazione, tenacia, costanza e grinta. Valori preziosi in un mondo incline al compromesso, al patteggiamento, alla scusante.

Tuttavia non aveva tutti i torti lo scrittore francese Jules Renard (sì, quello di Pel di carota, romanzo strappalacrime della nostra adolescenza) quando annotava nel suo diario: «Un uomo di carattere non ha un bel carattere».

Spesso, infatti, si tratta di un temperamento che è rigoroso nella tutela del proprio vantaggio, mentre è molto flessibile nei confronti dei princìpi che lo impegnano troppo. Per questo è necessario essere sempre sorvegliati e autocritici.

 

Tratto da: http://www.avvenire.it/Rubriche/Pagine/Il%20mattutino/IL%20CAMALEONTE%20E%20IL%20ROSPO.aspx?Rubrica=Il%20mattutino

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Avanti > Fine >>
Pagina 6 di 338
Cerca nel sito
Visite
Oggi32
Questo Mese964
Totali (dal 15/01/2011)138637