English French German Italian Japanese Portuguese Spanish

Home Rassegna Stampa Società

Società

I COSIDDETTI “PROGRESSISTI” VOGLIONO ABOLIRE “PADRE” E “MADRE”. TRE PASSI NEL RIDICOLO (E VERSO IL BARATRO).

19 settembre 2013

Antonio SocciQuasi cent’anni fa il grande Gilbert K. Chesterton prevedeva che la deriva della moderna mentalità nichilista sarebbe stata – di lì a poco – il ridicolo. Cioè la guerra contro la realtà.

Intendeva dire che ciò che fino ad allora era stata un’affermazione di buon senso e di razionalità – per esempio che tutti nasciamo da un uomo e da una donna – in futuro sarebbe diventata una tesi da bigotti, un dogmatismo da condannare e sanzionare. Sosteneva che ci dovevamo preparare alla grande battaglia in difesa del buon senso.

Leggi tutto...

 

Fede (Il tetto bucato)

16 settembre 2013

LE VIRTÙ DA RITROVARE/6

Ci sono parole che hanno la capacità di esprimere, da sole, un tutto. Giustizia, bellezza, verità, hanno una forza e una interezza da non farci sentire il bisogno di affiancarvi altri aggettivi per completarle. Cos’altro aggiungere a una persona vera, a un uomo giusto, a una vita bella? Fede è una di queste poche parole grandi e assolute. Si può vivere a lungo, e a volte anche bene, senza denaro e beni, ma non si vive senza credere. Tutti siamo capaci di fede, perché nello spazio interiore di ogni persona c’è una "finestra" che dà verso un "oltre", una feritoia che rimane lì anche quando, guardandoci dentro, non vediamo (più) nulla, persino quando la muriamo per mettere al suo posto scaffali o il televisore. E proprio perché è una parola grande dell’umano, la fede è anche una parola dell’economico.

Leggi tutto...

 

Riconciliare i generi e le generazioni

12 Settembre 2013

di Domenico Delle Foglie

LA MISSION
 
È il contributo virtuoso dei cattolici italiani a quella architettura della famiglia che è un bene essenziale per la comunità, per la società e per lo Stato democratico. Talvolta, persino, a loro insaputa...

alt

La sabbia e la roccia. La sabbia che scivola fra le dita e la roccia sulla quale si può costruire. È felice la scelta del cardinale Angelo Bagnasco per descrivere la crisi dell’umano e della famiglia, per indicare la via d’uscita da quella stessa crisi.

Leggi tutto...

 

Scandalo degli sperperi alimentari. La catena perversa

12 settembre 2013

Dovremmo avere una capacità di rappresentazione: riuscire a trasformare, con una sorta di transfert immediato, i numeri, nella loro freddezza e impersonalità, in immagini di volti, di corpi che raffigurano gli stenti, la fame e la morte, per comprendere davvero, in tutta la loro drammaticità, gli ultimi dati sullo spreco alimentare forniti dalla Fao. Leggiamoli e immaginiamo – per ogni dato offerto dal rapporto "L’impronta del cibo sprecato" – il volto di una persona che muore per fame o è malnutrita e che non abita necessariamente in un Paese lontano. Il primo dato provocherà allora un brivido: l’eccedenza alimentare costa ogni anno, in termini economici, 750 miliardi di dollari (quanto il Pil della Svizzera e della Turchia), e lo sgomento continua: 1,3 miliardi di tonnellate di cibo viene buttato. Soltanto questi due dati dovrebbero turbare e scandalizzare e farci vincere l’indifferenza, come sono capaci di fare i santi: «Quello che mi scandalizza non sono i ricchi e i poveri – diceva Madre Teresa di Calcutta –: è lo spreco». Reagì con questa parole dopo un viaggio in Etiopia, dove aveva visto l’impronta dello spreco. I numeri della Fao lo quantificano, ma i volti lo rappresentano, sono la sua impronta. E i volti sono tanti, sono troppi. Al mondo 870 milioni di persone soffrono la fame.

Leggi tutto...

 

Se l'ideologia si fa culto l'uomo si acceca e diventa bestia

10 settembre 2013

Il feroce pestaggio di uno studente all'Università di Milano

​L'obbligo di referto dei medici del pronto soccorso d’un ospedale milanese ha scoperchiato un delitto che sarebbe rimasto segreto e impunito, per la paura della stessa vittima forse, e certo per il silenzio di molti. È una storia brutta, è un delitto cattivo, quel massacrante pestaggio di uno studente nel cortile dell’Università statale di Milano a opera di una ventina di compagni. Due gli arrestati, adesso, dopo mesi di indagini, accusati del linciaggio, gli altri si stanno cercando, e contiamo che saranno identificati presto.

La vicenda colpisce e provoca alcune riflessioni, dure e pensose.

Leggi tutto...

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Avanti > Fine >>

Pagina 10 di 102
Cerca nel sito
Visite
Oggi25
Questo Mese995
Totali (dal 15/01/2011)138668