English French German Italian Japanese Portuguese Spanish

Home Rassegna Stampa Benedetto XVI Benedetto XVI: la verità di Dio è la sua misericordia

Benedetto XVI: la verità di Dio è la sua misericordia


10/03/2013

altIn questa seconda domenica senza l’Angelus di Benedetto XVI, la liturgia del giorno ci ricorda il Vangelo del figlio prodigo o del padre misericordioso. Tre anni fa, il 14 marzo 2010, Benedetto XVI nell’Angelus per la quarta Domenica di Quaresima commentava questo brano evangelico.

 

Ce lo ripropone Sergio Centofanti:

RealAudioMP3

La verità di Dio è la sua misericordia: la parabola del figlio prodigo – affermava Benedetto XVI – è “un vertice della spiritualità e della letteratura di tutti i tempi” e cambia la storia dell’umanità:

“Che cosa sarebbero la nostra cultura, l’arte, e più in generale la nostra civiltà senza questa rivelazione di un Dio Padre pieno di misericordia? Essa non smette mai di commuoverci”.

Si tratta di una parabola che “ha il potere di parlarci di Dio, di farci conoscere il suo volto, meglio ancora, il suo cuore”:

“Dopo che Gesù ci ha raccontato del Padre misericordioso, le cose non sono più come prima, adesso Dio lo conosciamo: Egli è il nostro Padre, che per amore ci ha creati liberi e dotati di coscienza, che soffre se ci perdiamo e che fa festa se ritorniamo”.

E’ un testo che racconta la nostra relazione con Dio, un rapporto che “si costruisce attraverso una storia, analogamente a quanto accade ad ogni figlio con i propri genitori: all’inizio dipende da loro; poi rivendica la propria autonomia; e infine – se vi è un positivo sviluppo – arriva ad un rapporto maturo, basato sulla riconoscenza e sull’amore autentico”. Così, l’uomo, in una certa fase della sua vita, può credere di essere libero e adulto facendo a meno di Dio:

“Questa fase, appunto, è delicata, può portare all’ateismo, ma anche questo, non di rado, nasconde l’esigenza di scoprire il vero volto di Dio. Per nostra fortuna, Dio non viene mai meno alla sua fedeltà e, anche se noi ci allontaniamo e ci perdiamo, continua a seguirci col suo amore, perdonando i nostri errori e parlando interiormente alla nostra coscienza per richiamarci a sé”.

Nella parabola, il figlio minore si ribella al padre cadendo sempre più in basso, mentre il figlio maggiore ha una obbedienza infantile e non è felice:

“Entrambe queste forme si superano attraverso l’esperienza della misericordia. Solo sperimentando il perdono, riconoscendosi amati di un amore gratuito, più grande della nostra miseria, ma anche della nostra giustizia, entriamo finalmente in un rapporto veramente filiale e libero con Dio”.

Benedetto XVI invita a meditare questa parabola per trarne in concreto le conseguenze:

“Rispecchiamoci nei due figli, e soprattutto contempliamo il cuore del Padre. Gettiamoci tra le sue braccia e lasciamoci rigenerare dal suo amore misericordioso”.


Tratto da:  http://it.radiovaticana.va/news/2013/03/10/benedetto_xvi:_la_verit%C3%A0_di_dio_%C3%A8_la_sua_misericordia/it1-671879


 

Cerca nel sito
Visite
Oggi25
Questo Mese995
Totali (dal 15/01/2011)138668