English French German Italian Japanese Portuguese Spanish

Home Convento di Farneto Spiritualità L’annuncio della Pasqua

L’annuncio della Pasqua

alt

 

In questi giorni di Quaresima, noi frati di Farneto siamo stati chiamati ad aiutare vari parroci per le benedizioni delle famiglie. In genere sono stati incontri bellissimi, occasioni non solo per benedire le case, luoghi dell’ intimità, della vita affettiva, del riposo, ma soprattutto per fare l’annuncio della Pasqua e ricordare Gesù che ha concluso la sua permanenza terrena con un gesto bellissimo, in perfetta coerenza con tutta la sua vita: ha fatto di un’ingiustizia mostruosa, la croce, l’opera d’arte per eccellenza, un atto d’amore che ci ha mostrato il volto di Dio, ci ha aperto la strada verso la resurrezione e la vita eterna. Tutto può diventare vita nelle mani di Dio, la malattia, la solitudine, la povertà, perfino la morte, se ci facciamo entrare Dio. L’alternativa è piangersi addosso o incolpare la vita o gli altri (si trova sempre qualche colpevole), ma questo ci affonda sempre più nella tristezza. Allora Pasqua può essere Resurrezione, se facciamo entrare in modo significativo Dio nelle reali dimensioni della nostra vita: nella vita affettiva per un amore vero, gratuito, interessato al vero bene dell’altro, fedele con chi ci siamo impegnati; nelle cose che possediamo, per la condivisione e la solidarietà con chi ha meno; nelle relazioni, che siano sincere, che non impongano potere o prestigio, che rendano libere le persone; nella fede, autentica, non di facciata, che faccia scoprire la volontà di Dio, che incida nella vita. Un suggerimento: prendersi cura in modo stabile di qualcuno, a cominciare da quelli che dipendono da noi, la famiglia per esempio; ma anche di un povero, di un malato, di una persona sola, uno straniero. «Cura i poveri e i poveri cureranno te». Qualcuno l’ha fatto. San Francesco con i lebbrosi, per esempio. Bene, con il santo di Assisi, vi auguriamo una Santa Pasqua, un santo «passaggio»dalla tristezza alla gioia, dalla chiusura egoista all’attenzione per gli altri, dal peccato alla bellezza della grazia, dalle tante morti dentro e intorno a noi al respiro, a pieni polmoni, della vita nuova di Dio. Buona Pasqua.

 Fr. Giancarlo Rosati

  

 alt

 

  

Ultimo aggiornamento ( Domenica 17 Aprile 2011 18:44 )

Cerca nel sito
Visite
Oggi48
Questo Mese841
Totali (dal 15/01/2011)138514