English French German Italian Japanese Portuguese Spanish

Home Convento di Farneto fra Giancarlo Rosati «La cosa più importante: fare posto a Dio»

«La cosa più importante: fare posto a Dio»

Alba, "Lunedì di San Paolo": parla padre Giancarlo Rosati, responsabile della Missione cittadina

di BATTISTA GALVAGNO
 

«Hai abbandonato il tuo amore di prima!» (Ap 2,1-7): il monito di Giovanni alla Chiesa di Efeso è risuonato lunedì 9 febbraio nel tempio di San Paolo gremito di fedeli attenti. Il richiamo alla Missione cittadina questa volta era diretto, perché a guidare la meditazione c’era padre Giancarlo Rosati, accompagnato da fra Stefano e fra Luca. Commentando il tema della serata, ha fatto immediatamente notare che la preoccupazione dell’autore dell’Apocalisse è la stessa dei vescovi europei, che parlano di "apostasia silenziosa" di tanti battezzati che abbandonano la comunità, di una Chiesa «insidiata da sintomi di mondanizzazione, dalla perdita delle fede primitiva».

«Conosco la tua fatica, la tua costanza». Padre Giancarlo ci ha guidati alla lettura e alla meditazione sulla prima delle sette lettere alle Chiese. Era questo lo stile dei primi cristiani, che noi siamo chiamati a far rivivere: lettura e ascolto della Parola, in appositi centri. Secondo la lettera alla Chiesa di Efeso, Cristo mette in risalto innanzitutto il positivo che c’è in noi e nelle nostre comunità, conosce tutto il bene che facciamo, lo sforzo per essere fedeli agli impegni assunti. Non dobbiamo partire da zero, né costruire sul nulla, ma possiamo far conto del bene fatto da noi e da altri prima di noi.

«Ho però da rimproverarti: hai abbandonato il tuo amore di prima». Ecco la sofferenza dell’Apostolo, nei confronti di una comunità che, fondata da Paolo, era stata una delle più vive e fiorenti dell’Asia minore: il venir meno dell’entusiasmo della fede, il non mettere più Dio al primo posto, il non credere più al suo amore come principio di tutto, il non confidare più nella salvezza che viene da lui.

alt
FRANCESCANO. Padre Giancarlo Rosati in San Paolo (foto Giancarlo Mollo).

Come fare a tornare all’amore di prima? È la domanda chiave per una generazione come la nostra, di cristiani per socializzazione, per appartenenza, chiamati a diventare cristiani per scelta, in forza di una adesione personale a Gesù. Molti maestri di spiritualità chiamano questa la "seconda conversione": il passaggio da una fede abitudinaria e superficiale a una fede personale e profonda. Padre Giancarlo ha indicato due vie, tratte dagli scritti del successore di San Francesco, San Bonaventura: 1. «Con il clamore della preghiera»: tutti i giorni dedica un tempo alla preghiera, sta’ davanti a Dio, medita la sua parola. Fa’ questo in modo programmato, non fidarti della spontaneità. 2. «Con il fulgore della speculazione»: la fede si nutre di studio, di conoscenza, di intelligenza. Solo chi fa questo in modo metodico arriva a incontrarsi con l’amore di Dio, a capire che lui ha a cuore ognuno di noi, vuole la nostra felicità, attende che realizziamo il prodigio che noi siamo.

«Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese». L’ascolto della chiamata di Dio continua. La Missione è stata un tratto di strada insieme: entusiasmante per il clima venutosi a creare, per il numero dei partecipanti, per i messaggi chiari che in quei giorni sono risuonati. Ma lo Spirito parla ancora, parla sempre. È fondamentale "avere orecchio", come per la musica, per percepire la sua presenza accanto a noi e per cogliere la sua voce. Il dono dello Spirito è la capacità di leggere la storia e gli eventi che capitano ogni giorno con gli occhi di Cristo, fino a «mangiare dell’albero della vita», fino cioè a partecipare della vita stessa di Dio. Il segreto per arrivare a questo è uno solo: dare tempo a Dio, fargli spazio, aprirgli la porta della nostra casa. A cambiarci, a farci uomini nuovi, ci pensa lui! L’amore non è prima di tutto un "fare", ma un "accogliere".

Battista Galvagno

«Gazzetta d’Alba» del 17.02.04

Tratto da: http://www.stpauls.it/ga04/0407ga/0407ga02.htm

 

  

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 11 Novembre 2011 00:04 )

Cerca nel sito
Visite
Oggi48
Questo Mese841
Totali (dal 15/01/2011)138514